United States of America 
home turismo hotels strumenti di viaggio Blog contatti redspace endspace spacer
  Skip Navigation LinksHomepage > Le Mete > Stati Uniti d'America > La storia > La guerra di secessione
 

Stati Uniti d'America

Skip Navigation Links.
 

  La Guerra di Secessione

Tra il 1776 ed il 1865, tra varie vicissitudini la confederazione incrementò il numero degli stati aderenti da 13 a 36. Da subito la confederazione tentò di fondaresi sui valori comuni a tutti gli stati, ma alcuni problemi rimanevano aperti primi tra tutti quello relativo alla schiavitù, ed alla autonomia dei singoli stati.

In realtà la differenza economica e sociale tra gli stati del sud, agricoli e gli stati del nord industriale erano evidenti. Il problema della schiavitù, sebbene certamente importante, da solo non sarebbe stato sufficiente per innescare una guerra civile.

Quando nel 1860 Abraham Lincoln venne eletto presidente la situazione precipitò portando alla secessione del South Carolina a cui seguirono poi Alabama, Mississipi, Florida, Georgia e poi ancora texas, ed altri. Nel 1861 alcuni di questi formarono una nuova confederazione nota come 'Confederate States of America'. Si aprì una guerra civile, nota con il nome di Guerra di Secessione.

Una battaglia della guerra di secessione in un disegno
Una battaglia della guerra di secessione in un disegno

Le due fazioni che si contrastarono erano mosse da animi certamente distinti. I sudisti tentavano di ottenere una loro autonomia mentre i nordisti tentavano di mantenere salva l'unione.

Dal punto di vista militare i nordisti vantavano una popolazione sicuramente superiore, come pure era superiore la forza industriale ed economica. I sudisti però erano dotati di una milizia certamente più forte ed addestrata. Il grosso vantaggio dei sudisti era inoltre legata al fattore campo. Per quanto forti i nordisti non avrebbero mai potuto conquistare militarmente tutto il sud degli Stati Uniti; sarebbe cioè stato sufficiente prolungare la guerra oltre un periodo di tempo sufficiente a far desistere gli stati del nord dall'intento.

Dopo diverse ed altalenanti vicissitudini la guerrà terminò con la vittoria dei nordisti, l'unificazione del territorio e l'abolizione della schiavitù ma i morti furono oltre 600.000 ed ingenti furono anche le perdite economiche.
 


Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2013 Copyright (C) infoturisti.com