Informazioni generali
Facebook Fan Page Twitter Fan Page Google Plus Page FeedBurner

Le guide turistiche per i tuoi viaggi



Museo d’Arte Moderna, New York

Museo d’Arte Moderna, New York

Il Museo d’arte moderna di New York (che troverete in inglese con il nome di Museum Of Modern Art) è noto in tutto il mondo con l’acronimo di MoMA. Si trova a Manhattan lungo la 53 esima strada tra la quinta e la sesta Avenue a New York City (www.moma.org/).

 

La storia del MOMA

Il MoMA è stato aperto nel 1929 grazie alla determinazione di Abby Aldrich Rockefeller, moglie di Rockefeller e di sue due amiche. Le tre fondatrici sono oggi ricordate semplicemente come “Le tre signore” (the three ladies). Ai tempi la sede era estremamente modesta ma il progetto era ambizioso (come pure lo sforzo economico). Si trattava infatti del primo museo americano completamente volto all’arte contemporanea.

Nel 1937, vista la costante crescita del numero e del valore degli oggetti esposti, il Museo d’arte moderna iniziò il suo trasferimento nei locali del Rockefeller Center. Il processo dirò ben due anni e nel 1939 il MoMA riaprì i battenti con una sontuosa cerimonia di inaugurazione alla quale, si dice, parteciparono oltre 6000 invitati. Si trattò comunque di una sede temporanea, poco più tardi infatti il museo venne nuovamente trasferito nei locali della 53 esima strada che ancor oggi lo ospitano ma che comunque sono stati rinnovati ed ampliati più volte. La sede, per come la possiamo vedere oggi, è opera dell’architetto giapponese  Yoshio Taniguchi.

La Persistenza della Memoria - Salvador Dalì - esposto al MoMA

La Persistenza della Memoria – Salvador Dalì – esposto al MoMA

Cosa vedere al Metropolitan Museum of Modern Art

Difficile calcolare il numero di opere della collezione del Metropolitan Museum of Art di New York; il patrimonio museale è uno dei più ricchi al mondo ed è stato raccolto dalla fondazione con il contributo di generazioni di rampolli della famiglia Rockefeller che con la loro influenza economica e politica sono decisamente riusciti a fare un ottimo lavoro. Per fare un esempio la biblioteca e gli archivi del MoMA raccolgono oltre 300.000 libri e periodici, oltre alle schede personali di più di 70.000 artisti.

Tra le opere di maggior pregio possiamo citare diversi dipinti di Paul Cézanne, la famosissima “Presistenza della memoria” di Salvador Dalì, una ventina di opere di Pablo Picasso che vanno dal 1901 al 1950, la “Notte Stellata” di Vincent Van Gogh ma anche De Chirico, Matisse, e tanti tanti altri.

Per sua natura il MoMA è sempre stato estremamente attento alle nuove tendenze dell’arte contemporanea prendendo anche diverse cantonate. Visitando il museo potrete quindi anche vedere alcune bizzarre opere contemporanee che lasciano a volte di stucco.

Note stellata di Vincent Van Gogh. Esposto al MoMA

Note stellata di Vincent Van Gogh. Esposto al MoMA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *