Informazioni generali
Facebook Fan Page Twitter Fan Page Google Plus Page FeedBurner

Le guide turistiche per i tuoi viaggi



Biblioteca del Congresso

Biblioteca del Congresso

La Biblioteca del Congresso o Library of Congress è una grande, antica e prestigiosa libreria. Si trova a sud-est del Capitol a Washington.

 

Fondata nel 1800 la Biblioteca del Congresso venne quasi completamente distrutta dagli inglesi nel 1814 (sorte che capitò anche al Capitol ed alla Casa Bianca). L’anno seguente l’allora presidente Thomas Jefferson, vendette la sua collezione privata di libri (circa 6487 volumi) alla biblioteca per dare un contributo alla sua ricostruzione.

La Biblioteca del congresso è composta da una serie di edifici, costruiti in anni diversi a mano a mano che il numero di libri e documenti aumentava. L’edificio più antico è il Thomas Jefferson Building, eretto tra il 1886 ed il 1897 in stile rinascimentale italiano.

Il Thomas Jefferson Building

Il Thomas Jefferson Building

All’interno si trova la Main Reading Room, un’ampia sala di lettura circolare con tetto a cupola, visitabile dai turisti solamente attraverso una galleria.

Main Reading room della Libreria del Congresso

Main Reading room della Libreria del Congresso

Il patrimonio della Biblioteca del Congresso

Attualmente la Biblioteca del Congresso con i suoi circa 29 milioni di libri catalogati in 470 lingue, ma anche oltre 58 milioni di manoscritti ed 1 milione di pubblicazioni del Governo degli Stati Uniti è considerata una delle biblioteche più grandi al mondo. Pensate che il totale dei pezzi catalogati ammonta a circa 111 milioni.

Il pezzo probabilmente più prezioso è l’originale Bibbia di Guttemberg del 1455, esposta e visitabile nella Great Hall. Il volume è di particolare interesse in quanto è il primo libro stampato con caratteri mobili.

Il patrimonio della biblioteca è anche costituito d un gran numero di manoscritti, anche se non consultabili per ovvie ragioni di conservazione. Per esempio sono custoditi quaderni di appunti personali di George Washington, mappe, spartiti musicali e molto altro.

Per poter correttamente classificare e recuperare i libri la Biblioteca del Congresso ha sviluppato una nuova metodologia di classificazione chiamata Library of Congress Classification (LC) attualmente utilizzata da quasi tutte le istituzioni di ricerca, le università e le biblioteche degli Stati Uniti d’America.

L’attività della libreria del congresso non si limita alla gestione del patrimonio librario ed all’acquisizione di nuovi volumi, ma tenta anche di promuovere la cultura. Degno di nota è ad esempio la Fiera Nazionale del Libro organizzata ogni anno a Washington DC, che richiama decine di migliaia di visitatori.

La Biblioteca del Congresso ed i turisti

Inizialmente l’accesso per la consultazione alla Biblioteca del Congresso era consentita esclusivamente ai membri del parlamento. Successivamente è stata via via aperta anche ad altre persone. Oggi è aperta alla consultazione dei cittadini americani ed accoglie anche gruppi di turisti stranieri. Al fine di accedere ai documenti e poter consultare i libri è necessario essere in possesso di un particolare “lasciapassare” denominato Reader Identification Card (RIC). Il RIC viene rilasciato dietro richiesta a tutti i maggiorenni dopo aver esibito un documento di identità valido (passaporto per gli italiani).

Vale la pena sottolineare che per ovvie ragioni di conservazione non tutti i documenti sono consultabili. La visione di alcuni di essi è consentita esclusivamente ai membri del Congresso ed ad altre alte cariche istituzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *