Informazioni generali
Facebook Fan Page Twitter Fan Page Google Plus Page FeedBurner

Le guide turistiche per i tuoi viaggi



La lingua negli Stati Uniti d’America

La lingua ufficiale negli Stati Uniti d’America è l’inglese, parlato a casa propria da quasi l’82% della popolazione. La lingua ufficiale degli Stati Uniti d’America, di inglese però non ha molto, almeno se paragonato a quello di Londra o a quello parlato da molti altri stati. O meglio è inglese ma strapazzato, masticato, rimaneggiato. Parlato mediamente ad una velocità supersonica e pronunciato in maniera diversa a seconda della città, della razza e del livello culturale dell’oratore. Tutto ciò rende possibile ‘comunicare’ con uno statunitense solo dopo un periodo, più o meno lungo, di permanenza negli States (o ovviamente se il vostro livello è piuttosto buono). Tutto ciò non deve spaventare. Mediamente, se vi fermate a chiedere informazioni, troverete persone estremamente gentili e disposte ad aiutarvi. Loro non tenteranno mai di parlare la vostra lingua ma almeno tenteranno di rendere la loro più semplice. Ecco alcuni consigli:

  • Portate sempre con voi un piccolo dizionario.
  • Se dovete chiedere informazioni tentate di chiederle a persone più “distinte”. Il loro inglese sarà mediamente più semplice con minori inflessioni dialettali e senza slang particolari.
  • Se dovete chiedere informazioni fatelo a persone che non paiono avere troppa fretta. Questo vale anche da noi ma certamente negli Stati Uniti tutti mediamente sono un po’ più attivi
  • Sfruttate il vostro viaggio per migliorare o addirittura imparare l’inglese. E’ una lingua importantissima che vi darà un sacco di soddisfazioni in qualunque viaggio farete in futuro.

La seconda lingua più parlata negli Stati Uniti è lo spagnolo, diffusa soprattutto nel sud e vicino al confine messicano dove, per ovvie ragioni, la percentuale di popolazione di etnia spagnola è maggiore.

Le altre lingue… beh dimenticatele. Certo è possibile trovare qualcuno che conosce l’italiano od il tedesco o ancora il francese, ma si tratta di eccezioni, soprattutto se ci si allontana dalle città più grandi a carattere più internazionali.

A New York, ed in particolare nella famosa Little Italy, le cose possono cambiare leggermente perché la percentuale di persone di origine italiana è piuttosto alta, ma non aspettatevi strade interminabili piene di italiani che cantano a squarcia gola ‘O Sole Mio’. Gli italiani immigrati in America non esistono quasi più. O meglio esistono i discendenti (ormai alla terza o quarta generazione) perfettamente integrati nel tessuto sociale statunitense. Di questi quindi solo una piccola parte parla italiano, ed una ancora più piccola parte porta avanti i costumi e le tradizioni italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *