Informazioni generali
Facebook Fan Page Twitter Fan Page Google Plus Page FeedBurner

Le guide turistiche per i tuoi viaggi



L’800 a Londra

L’800 a Londra

L’evento storico più importante per l’Inghilterra (e per Londra) degli inizi 800 è certamente l’Atto d’Unione (1801) che sancisce l’unione della Gran Bretagna e del Regno d’Irlanda in un unico regno chiamato appunto Regno Unito. Giorgio III divenne quindi il primo re del Regno Unito fino alla sua morte nel 1820, anno in cui succedette il figlio Giorgio IV (fino al 1830) e quindi il fratello Guglielmo IV fino al 1837. Guglielmo IV fu anche l’ultimo re della dinastia degli Hannover. L’epoca del casato degli Hannover è nota ancor oggi come epoca Georgiana (tra il 1714 ed il 1837).

Alla morte di Guglielmo IV succedette al trono la Regina Vittoria, nipote di Giorgio III. Il suo lunghissimo regno (morì nel 1901) è ancora oggi ricordato come epoca Vittoriana.

La regina Vittoria d'Inghilterra

La regina Vittoria d’Inghilterra

La Londra dell’epoca vittoriana divenne la capitale di un regno che, almeno politicamente ed economicamente, si estendeva su un quarto della superficie del pianeta. La ricchezza e sontuosità di Londra era fuori dubbio. Le infrastrutture, usate soprattutto per permettere la circolazione di beni e persone a Londra portò alla costruzione del primo tunnel sotto il Tamigi (1843), del primo tratto ferroviario (1863), delle prime reti fognarie, ma anche ponti ed alcuni tra i più celebri monumenti della città come il Big Ben (1859), la Royal Albert Hall (1871) ed il Tower Bridge (1984). In un secolo la popolazione di Londra passò da circa un milione del 1801 a 6 milioni e mezzo un secolo dopo, anche grazie alla rivoluzione industriale che chiamò verso i centri urbani masse di lavoratori.

L’800 può essere senza ogni dubbi considerato come l’apoteosi del dominio britannico sul mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *