Informazioni generali
Facebook Fan Page Twitter Fan Page Google Plus Page FeedBurner

Le guide turistiche per i tuoi viaggi



Ground Zero, New York

Ground Zero, New York

Prima dell’11 settembre 2001 lo skyline di Manhattan era dominato dall’imponente mole delle due torri gemelle (Twin Towers) che svettavano sopra il World Trade Center. Posizionato nella lower side di Manhattan il complesso era uno dei centri nevralgici finanziari degli interi Stati Uniti tanto da diventare agli occhi del mondo uno dei principali simboli del capitalismo moderno. Tutte le maggiori e più importanti aziende internazionali, banche ed assicurazioni avevano nelle torri gemelle il loro quartier generale.

 

La Storia

La zona, che fino alla metà degli anni sessanta, era parzialmente dismessa, venne indicata come posizione ideale per la costruzione di un complesso dirigenziale. Dopo diversi studi e diversi concorsi di idee, prese piede un progetto che prevedeva la realizzazione di un complesso dominato da due grattacieli identici (Twin Towers significa appunto torri gemelle) per una altezza di 411.48 metri (in realtà una delle due torri era 2 metri più alta dell’altra).

Il lavoro dell’intero complesso iniziò nel 1966 e terminò 22 anni più tardi, nel 1988. Le due torri erano di gran lunga gli edifici più alti di New York City e rimasero a lungo, dopo la Sears Tower di Chicago, gli edifici più alti al mondo.

Le difficoltà tecniche che si dovettero superare per la loro realizzazione furono molteplici. Basti, ad esempio, pensare che con la terra scavata per la creazione delle profondissime fondamenta, fu possibile creare un altro pezzo di terraferma a Manhattan, strappandolo al mare. I piani interrati da soli davano vita a più di 30.000 metri quadri adibiti per lo più a centri commerciali e stazione della metropolitana.

Lo Skyline di New york prima del 11/09/2011 con le torri gemelle

Lo Skyline di New york prima del 11/09/2011 con le torri gemelle

L’attentato alle torri gemelle

L’11 settembre 2001 alle 8:48 il volo American Airlines 11 si schianta nella torre nord; alle 9:03 è la volta del volo United Airlines 175 che colpisce la torre sud. A causa dell’enorme calore sprigionato dal combustibile la struttura metallica delle torri collassa facendo implodere su se stesse le due Twin Towers ed alcuni edifici dell World Trade Center. L’attentato causa 2.896 vittime.

Attentato alle Twin Towers

Attentato alle Twin Towers

Da quel fatidico giorno il mondo non è più lo stesso. Gli Stati Uniti d’America, colpiti nella loro stessa casa, si sono scoperti di punto in bianco vulnerabili ed hanno iniziato una lunga guerra contro il terrorismo che ha portato ai conflitti di Afghanistan ed Iraq, ad un incremento dei controlli di sicurezza in ogni angolo del territorio nazionale e di New York in particolare.

New York City, a maggior ragione, da quel giorno non è più la stessa. Lo skyline è cambiato. Al posto del World Trade Center una volta portate vie le migliaia di tonnellate di calcinacci e detriti, si trovava Ground Zero, un enorme buco profondo decine di metri, recintato. Dal fondo spiccava una croce; sobrio tributo ai caduti.

 

Ground Zero

Ground Zero

Ground Zero oggi

Ground Zero oggi non esiste più. Il suo posto è stato preso da un altro enorme, e sotto certi versi, ancor più bello, complesso architettonico denominato One World Trade Center che rappresenta il grattacielo più alto di New York.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *