Informazioni generali
Facebook Fan Page Twitter Fan Page Google Plus Page FeedBurner

Le guide turistiche per i tuoi viaggi



Il 700 a Londra

Il 700 a Londra

Guglielmo e sua moglie Maria morirono senza lasciare eredi. Il trono passò quindi alla sorella di Maria, incoronata con il nome di Anna d’Inghilterra nel 1702. Anna era anche regina di Scozia, come molti regnanti prima di lei, ma quando nel 1707 Scozia ed Inghilterra si unirono, Anna divenne la prima regina della Gran Bretagna unita.

Nel 1701 era però stato approvato dal parlamento un atto (noto come Act of Settelment) che regolava le successioni reali. Di fatto l’atto proibiva ai cattolici di salire al trono. In questo modo il trono reale era precluso a buona parte degli Stuart.

La regina Anna d'Inghilterra

La regina Anna d’Inghilterra

Alla morte di Anna (1714) si aprì una caccia a qualunque suo parente che fosse in grado di regnare. La scelta cadde su Giorgio di Hannover che arrivò a Londra per la prima volta senza conoscere minimamente l’inglese. Venne incoronato nel 1714 con il nome di Giorgio I di Gran Bretagna. Il periodo di regno di Giorgio I e dei suoi discendenti Giorgio II e III è noto come periodo georgiano.

In questo stesso periodo Londra stava lentamente ma costantemente spostando i suoi interessi economici dal commercio, che per anni era stata la spina dorsale della città, alla finanza. La nascita della Banca d’Inghilterra e l’accumulo di ingenti capitali rendeva il passaggio quasi naturale ed obbligato. Il passaggio ebbe alcune conseguenze estremamente importanti; in primo luogo cominciarono ad arrivare i primi crack finanziari, in seguito a speculazioni economiche. Il primo di essi noto come Frode dei mari del Sud, nel 1720, lasciò sul lastrico migliaia di azionisti ed il Governo stesso si salvò a stento dalla bancarotta. La seconda, e forse anche più importante conseguenza fù che il divario economico tra ricchi e poverì, già estremamente marcato, aumentò. Sono anni in cui a Londra i ricchi si fanno costruire palazzi da sogno mentre i poveri vivono nei bassifondi. Come si può facilmente immaginare la criminalità dilagava ed aumentavano i provvedimenti per arginarla. Ad esempio nel 1751 vennero messi i primi lampioni pubblici nelle strade e subito dopo nacquero i Bow Street Runners, una sorta di corpo di polizia privato a caccia di criminali. La polizia comunale nascerà solo un secolo dopo.

Intanto a Giorgio I succedette il figlio Giorgio II nel 1727. Non si interessò molto di politica ma il suo regno fu abbastanza lungo, fino alla morte nel 1760, anno in cui succedette al trono suo nipote Giorgio Guglielmo Federico incoronato come Giorgio III.

Giorgio III, re di Gran Bretagna, Irlanda ed Hannover

Giorgio III, re di Gran Bretagna, Irlanda ed Hannover

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *